Il Film: Detachment-il distacco



Il Film  Detachment-il distacco è uscito già  la scorsa primavera, io purtroppo vista la sua scarsa permanenza nelle sale lo avevo perduto.Ho rimediato solo in questi giorni, e ho avuto l'occasione finalemnte di vederlo.
Il film è diretto da Tony Kaye, con Adrien Brody, James Caan, Christina Hendricks e Lucy Liu, e narra il periodo di tempo in cui un supplente Henry insegna in una scuola malfamata in una delle tante aree degradate socialmente,culturalmente e economicamente degli Stati Uniti.
La situazione che si para davanti al giovane insegnante è tutt'altro che facile, giovani insubordinati e violenti, poco sicuramente propensi a farsi insegnare nulla, meno che meno la letteratura.
Henry dal suo canto ha un vissuto travagliato, figlio di una madre suicida, che ha imparato a sopravvivere e a confrontarsi con il mondo erigendo una corazza di indifferenza e distacco.
Il suo rapporto con gli studenti è comunque molto positivo, il suo diverso atteggiamento consente un minimo di dialogo, soprattutto con una studentessa sensibile, Meredith.
Compare nella sua vita anche una giovanissima, quasi bambina prostituta, che lui cerca di aiutare.
Il film si chiude con una sequenza di avvenimenti drammatici, che portano lo spettatore nello sconforto più totale.
Il film parla di come gli adulti non riescano a insegnare e aiutare i ragazzi giovani nel loro percorso di crescita, abbandonandoli a sé stessi o addirittura denigrandoli e ostacolandoli, senza dargli la possibilità di credere in un futuro migliore, e anche quando i professori volenterosi cercano di porre rimedio alla rovina che incombe sulla testa degli adolescenti il più delle volte falliscono, anche perchè alla fine anche loro sono stati adolescenti feriti a loro volta.
Non si guarisce mai dalle ferite che abbiamo ricevuto da piccoli, crescendo non le superiamo, sviluppiamo soltanto delle difese che ci alienano dagli altri.
Un gran bel film con un Brody sempre all'altezza.



Etichette: ,