MyPersonalStyle: Sara


In questa rubrica intervisterò ogni volta una ragazza diversa, non necessariamente una blogger, solo una ragazza come noi che vive nel mondo vero e ama la moda.
E voi mie lettrici siete invitate a confrontarvi con lei, con apprezzamenti o eventuali consigli e opinioni.

Oggi è il turno di Sara, che si è trasferita a Londra e lì lavora come blogger e fotografa.La conosco da un pò di anni e il suo stile mi ha sempre colpito per la personalità, il suo saper mischiare trend diversi sempre in modo riuscito e mai pacchiano, e non mi ha stupito scoprire la strada cha aveva intrapreso nella moda. Ma chi meglio di lei può spiegarvi il suo percorso!



Mi chiamo Sara e sono una fotografa. Sono nata  in Italia, ma ho scelto Londra come casa. Da qui collaboro con varie riviste come Grazia, NSSmag, Style.it, lavoro ai miei shooting ed sempre qui che aprirò, il prossimo mese, il mio concept store "Portamento", per dare uno spazio fisico a tutto ciò che amo. Ho anche un blog, www.thatsmellaftertherain.blogspot.co.uk, dove pubblico le mie fotografie, e raccolgo il "mio mondo", dalla moda, ai viaggi alla musica. Il mio diario per immagini, insomma.



 -da quanto tempo hai un blog e ti occupi di street style?

 Ho iniziato il mio blog da quasi due anni ed ho iniziato ad avvicinarmi allo street style, più o meno da quel momento.
 -come ha cambiato la tua vita questa esperienza?
 Non so se il blog ha cambiato la mia vita, ma di sicuro mi ha permesso di mostrare a più persone il mio lavoro.  Avevo bisogno di un "luogo" dove raccogliere tutte le foto, gli stimoli, l'ispirazione raccolta negli anni. Il mio blog è quello che vedo tutti i giorni, quello che mi piace, è una "memoria visiva". Mi piace avere un contenitore dove potere ripercorrere le esperienze vissute, i volti fotografati e i luoghi visitati. 
ricordo del marocco

 -quali sono secondo te gli errori che una blogger non dovrebbe commettere?
 L'unica cosa che mi sento di dire è che credo che il blog debba rispecchiare il più possibile la persona che lo scrive, restando qualcosa di unico e personale. Soprattutto deve rappresentare un forma di comunicazione "libera". In un momento in cui i fashion blog sono particolarmente diffusi, penso sia fondamentale individuare una propria "storia" da raccontare, trovando il proprio spazio e restando fedeli ai propri gusti ed interessi. Inoltre, puntare più sulla qualità che sulla quantità di post e sul numero di followers. 
 . il tuo trend preferito al momento
il trend preferito di questo inverno è sicuramente il "barocco", specialmente se utilizzato per reinterpretare la classica "suit" maschile come nel caso di Miu Miu,
miu miu
balmain

marni

 . il tuo trend preferito di sempre
In generale amo molto gli anni 70, la musica, la fotografia e il cinema di quegli anni, e ovviamente lo stile boho di quel periodo. Jane birkin , Nico, Francoise Hardy



 -cosa non può mancare nel tuo guardaroba
Colleziono kimono e cappelli e nel mio guardaroba non mancano mai skinny jeans e ogni tipo di stivaletto alla caviglia. 



 -cosa manca e vorresti acquistare
Cosa manca? Sembra sempre mi manchi tutto. Se mi chiedi di sognare allora direi: trench in pelle di Burberry 

 e un bel cappotto oversize di Celine 

. Poi un completo nero maschile di YSL


 e questa pencil skirt di miu miu 

 Per le scarpe (la mia droga) direi questi Isabel Marant e Balenciaga sarebbero perfetti.




. E perché no anche un fedora di YSL e gli anelli visti da Balenciaga. 





E il mio cuore resta innamorato di questi Givenchy




 -gli accessori indispensabili
- 9 Per me sono fondamentali le scarpe. Credo che non dovrebbero mai mancare un bel paio di décolletté, e un paio di brogue maschili stile oxford.  Ma anche collane, bracciali e anelli che ci riportino alla memoria bei ricordi.


 -la sfilata che ti ha maggiormente impressionato per il PE 2013
ce ne sono state tante devo dire. Impossibile scegliere. Posso dire che la mia aspettativa per Slimane era altissima e devo dire che non sono rimasta delusa. La collezione di Saint Laurent ha racchiuso tutto quello che amo, con le sue creazioni hippie rock da sogno, cappelli, skinny jeans, giacche strutturate, vestiti lunghi in chiffon, tanto nero e tanta femminilità e la dimostrazione che moda e musica sono parte dello stesso sogno.  






 -che consiglio daresti a qualcuno che sta cercando il suo stile e non lo ha ancora trovato.
 probabilmente di non cercarlo troppo, perché se è così difficile da trovare allora probabilmente non ci appartiene. Più semplicemente di non prendersi troppo sul serio e guardarsi sempre intorno, gli stimoli sono ovunque. 




se vuoi apparire in questa rubrica scrivi a : paolababydoll@libero.it
if you are interested in appear in the next post please write to :paolababydoll@libero.it



Etichette: , , , , , , , , , , , , , , ,