Valentina Brugnatelli e Klaire: il richiamo della natura si fa gioiello.

Valentina Brugnatelli, nata in Italia e crescita in Svizzera, studia fashion design a Parigi e comincia a lavorare come designer di accessori per diversi brand. La stilista lavora a Ginevra e si muove tra Milano e Parigi, e forse è questo calderone di influenze, il rigore svizzero, il romanticismo francese e l'alta moda italiana a rendere il suo lavoro così intenso.

Per questa collezion PE 2014, si ispira a alle stampe tessili dell'architetto Franck Josef, e crea gioielli che sono frutti, grappoli succosi, nei colori tenui del lavanda rosa cipria e giallo, e oro naturalmente. Le forme rimangono architettoniche, ma non rigorose, più femminili.Sono gioielli che si adattano benissimo a molti stili, sia formale che per il tempo libero, o anche per una serata importante.
I materiali sono resine, pietre semi-preziose, lacche,e  Swarovski a rendere più splendenti le creazioni.













Parlando invece di Klaire Paik, è una designer Italo Coreana, con base  a Vicenza, ma è una viaggiatrice di vocazione. nei suoi gioielli porta tutta la sua passione, e crea accessori adatti a ogni tipo di donna, classici e divertenti, ma sempre progettati e realizzati con altissimi standard.
Proprio ai suoi viaggi si ispira la sua collezione PE 2014, con richiamo alla giungla, ai paesaggi esotici, e i materiali sono ottone e bronzo, cristalli, quarzi e zirconi, dorature e rodiature. Davvero il necessario per risvegliare la tigre che è in  noi!













Etichette: , , , , , , , , , , ,