my shopping in London

 Ciao ragazze, scusate la mia assenza negli ultimi giorni ma....ero a fare shopping a Londra.....ooooppppsssss!!!
 Lo so sono incorreggibile, ma ne approfitto per andare a trovare i miei amici di Portamentostore, quelli che fanno quelle scarpe fighissime, e intanto girello un po' per mercatini e negozietti!!
Mi sono trascinata dietro la mia socia Nara, quindi si può dire 'Opposés Complémentaires' alla conquista di Londra!
 Purtroppo il tempo infame ci ha guastato le uova nel paniere, vento pioggia e freddo ci hanno accompagnato per tutta la visita, ma non ci ha comunque impedito di portare a termine la nostra missione!
Siamo partite il primo giorno con un giro alle mostre alla Somerset House, le più interessanti quella con foto di uomini barbuti, Beard per l'appunto, e una sui rifiuti, lo smaltimento e il riciclo nel mondo., Scar-city waste.

la mostra 'beards'


guarda chi spunta dietro di noi




Nel corso della giornata ho messo le mani finalmente sulle mie Clarks BY Orla Kiely, hip hip urrà!!
E su un bellissimo maglioncino giallo con fiocchetty da Joy. Lo shopping Londinese non delude mai.


clarks per Orla Kiely

woman suite anni '70



cibo detox da Itsu
maglioncino alli 50 e borsa Portamentostore


In giro per Bricklane siamo incappate in un negozietto vintage nel quale non ero mai stata prima, DollyMix Vintage London, dove ho scovato una manstyle suit verde anni '70 davvero notevole, perfetta e della mia taglia!!Un maglione giallo paglierino (SI sto in fissa con il giallo si vede??) , e un paio di tronchetti rossi.
E last but not least una bellissima borsa rosa con fringe da StudioOneTwenty, il magnifico negozio a Angel dei ragazzi di chettelodicoafare Portamento store brand.



i Ragazzi di Portamentostore nel loro shop Studioonetwenty

L'ultimo giorni causa vento troppo forte e intenso ci siamo rifugiate al Design Museum per la mostra Woman Fashion Power, una carrellata lungo il filo ideale che lega la moda, o comunque l'abbigliamento al potere nelle donne, passando dalle suffragette alle attrici alle politiche, Margareth Tacher, Michelle Obama o Jackie Kennedy tra le molte.
Abbiamo proseguito al Tate Modern, dove non ero mai stata, arte moderna di un certo interesse, inediti per me di Picasso, Max Hernst e Bacon, propaganda Russa della seconda guerra mondiale e molto altro, anche cose molto recenti che mi coinvolgono meno.







potete vedere il grigiore che ci ha accompagnato...

Etichette: , , , , , , , , , , , ,